Piccolo diario della gravidanza (parte seconda)

25 agosto 2006, 11:17

(parte seconda)

 "18 Ottobre 2004 (19° settimana):
Oggi sono stata all’ospedale, anche se la visita ce l’ho domani, perchè non stavo molto bene e per capire che c’avevo mi hanno fatto l’ecografia e ti ho visto.
Magari tutti i giorni!
Stavi con la schiena verso il basso e dunque stai lì come su un’amaca… stai bene in mezzo alle bolle? 🙂
Beh, ora ti ho visto più grande, hai la testolina bella tonda e gambe e braccine belle formate. Ho visto il tuo cuoricino battere forte… Ma papà mi ha subito chiesto se sei maschio o femmina, ma io non ho pensato a guardarti in mezzo alle gambine…!!!
Sarà per il prossimo mese 🙂
Ora ti sento scalciare bene bene!!!
Eh già…"

"26 Ottobre 2004 (20° settimana):
Heilà! Ormai dovresti essere bello grande, eppure la mia pancia non s’è poi così ingigantita! Vedremo come sarai…
Papà ha detto che, oltre ad aver voluto tenere te, ha voluto tenere anche me… Eh già, ti abbiamo voluto fortemente… certo non eri previsto nè atteso, però quando abbiamo saputo che c’eri, beh… ci siamo cagati addosso! 🙂
Poi pensandoci a lungo abbiamo ben ragionato sulla tua presenza fra di noi e con noi… ti stiamo aspettando.

Qui è un po’ di tempo che non mi fai dormire molto, mi scalci forte con un tono rabbioso e infastidito, si note che hai una vita tutta tua, non senti ciò che sento io, perchè tu hai il tuo cervello e senti solo ciò che vuoi, indipendentemente da me… questo mi fa capire che anche se sei mio figlio, come tutti lo siamo di qualcuno, hai comunque già la tua vita, e non c’entri nulla con me, anche se la vita te la si dona…
Tutto è tranquillo e sembra che tu stia bene… prossimamente ritornerà il tuo papà perchè ci sarà l’ecografia e ti rivedremo e forse sarà possibile sapere se sei maschio o femmina.
Che la panza a questo puntoi sia normale così ci credo… tanto te lì dentro non fai altro che rompere! Possibile che la notte mi inquieti come una sorta di presenza malefica? L’impressione del risveglio è questa… Quando ti calmerai vedrai che non mi chiederò più ‘che fine ha fatto?’ perchè…
poi me la fai pagare!"

(continua…)


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...